Cookie Policy

Dimore e design

  • Al Cottage a respirare l’atmosfera di una casa di artista

    Villa Il Roseto. Interno giorno. Giugno. Un sabato. Sole e calura fiorentina appena attenuata dall’arietta collinare. Un giardino terrazzato dove il verde brillante è cadenzato da macchie di rose, ortensie, il ricordo dell’iris appena sfiorito, cespugli di gelsomino azzurro rampicante mischiati ad alti arbusti, grandi vasi di agrumi e, custodito da olivi secolari, un piccolo teatro all’aperto. La vista dal balcone di uno dei saloni di rappresentanza, affacciato proprio sopra il giardino, è su Firenze e, anche con la foschia del mattino, la città è in posa per noi. Noi è un gruppo di Instagramers curiosi di catturare quello scorcio, quella luce, quel dettaglio e una dimensione artistica e domestica insieme e con noi, Alessandro Masetti, ospite impeccabile che accoglie e accompagna con generosità e orgoglio aiutandoci a calarci nella storia degli oggetti di design, degli arredi, delle pitture….19399012_1632497963459319_1930160681831918321_n (2) 19399783_1632498496792599_6775520881352231577_n (2)Un passo indietro. La casa sulle colline fiorentine è Villa Il Roseto, edificio anni Trenta, dimora e studio dell’architetto Giovanni Michelucci, tra le più importanti figure della storia dell’architettura moderna, protagonista e voce nel dibattito sull’architettura italiana del ventesimo secolo. Qui Michelucci visse con la moglie e lavorò ai suoi più grandi progetti architettonici, alcuni dei quali ho avuto la fortuna di conoscere e vivere da sempre, così come nella visione di un maestro che incoraggiava un sentimento di architettura per le persone.

    La villa si snoda su tre livelli e appare tanto semplice negli interni quanto sobria e modesta nei finimenti di gusto toscano. La dimora custodisce gli arredi disegnati e vissuti dall’architetto Michelucci e la sua famiglia, ci sono madie, librerie, soppalchi in legno e la raccolta delle lavorazioni della materia, le decorazioni in ferro provenienti dalle produzioni artigianali artistiche delle Officine della famiglia Michelucci e, ancora, le collezioni disegnate dal maestro, i tavoli, le sedute per importanti produzioni e progetti e i pezzi di design di creativi prestigiosi, i libri della biblioteca dove, dalle vetrate ampie, la vegetazione avvolge ed entra facendosi sentire come presenza felice. La casa-studio di Fiesole è dal 1982 sede della Fondazione Giovanni Michelucci.19149369_1628299507212498_3491542125881634167_n19225568_1628299283879187_1099184008191739125_n19225983_1628299207212528_7206384497710102316_n

    Tra le dimore in cui si respira aria di design sicuramente da visitare

    a presto

    Lia

    19396954_1628299413879174_4942269105245913437_n 19225842_1628299480545834_8390664636259583382_n

     

    19399215_1628299227212526_3905735165514775012_n 19399030_1628299553879160_6120890946645779273_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *