Cookie Policy

Lifestyle, “Storie di Tessuti e di Moda”

  • Al Museo del Tessuto di Prato è in corso HERITAGE | STORIES OF FABRICS AND FASHION, storie di Tessuti e di Moda, affascinante mostra ma anche festa per i 40 anni di storia del Museo

    Storie per celebrare il tessuto, parte del DNA della città,  visto in relazione al suo utilizzo finale, nel suo impiego non solo nell’abbigliamento ma anche nell’arredamento, in un continuo dialogo tra materiale e prodotto finito; storie per celebrare la moda, niente di meno effimero, fatta di ricerca, storia, tradizione, studio, innovazione, sperimentazione, estro. Dialogano gli abiti, dalla collezione del museo, con i tessuti, pezzi rari di storia del design industriale.

    Lifestyle Storie di Tessuti e di Moda (15)

    1. William Morris è considerato il principale esponente delle Arts and Crafts (movimento artistico costituitosi dopo l’Esposizione Universale di Londra del 1851) e padre dell’industrial design. Uno dei suoi primi articoli tessili di successo è Strawberry thief, registrato presso l’Ufficio Brevetti ed eseguito con la tecnica in cui il rosso e il giallo (reseda) sono aggiunti al fondo blu e bianco. Questo tessuto di cotone, con struttura a tela, è stato progettato per l’arredo d’interni (tendaggi e drappeggi per pareti o rivestimenti di mobili).

    Lifestyle Storie di Tessuti e di Moda (16)

    2. Silver Studio è stato il primo modello aziendale dedicato alla progettazione e alla produzione industriale di “interior design” (dal 1880 al 1963). La progettazione si estende dal tessuto alle tappezzerie e carte da parati, dai tappeti ai lavori in metallo, dalla grafica per libri alle carte da visita fino alle illustrazioni ad uso commerciale. L’impianto compositivo e il disegno di questo tessuto risentono del Japanisme, fenomeno di stile che interessa il Silver Studio dal 1885 grazie alla collaborazione con Alexander Rottman, importatore di stampe, disegni e katagami dal Giappone. Il tessuto è un cotone stampato il cui disegno (1896) fu messo in produzione da Stead McAlpin nel 1897, azienda che produceva tessuti stampati di alta qualità per rivenditori del calibro di Liberty.

    Lifestyle Storie di Tessuti e di Moda (17)

    3. Ernest Henry Michahelles, in arte Thayaht, è l’autore di una serie di bozzetti di moda frutto della collaborazione con uno dei più prestigiosi atelier parigini degli anni Venti, quello di Madeleine Vionnet. Nel 1920 presenta sul quotidiano “La Nazione” il capo per il quale è maggiormente conosciuto “la tuta” per poi proseguire con Vionnet nel suo percorso creativo concentrato sulla moda. Thayaht trova nella maison parigina il luogo ideale per declinare i suoi progetti che si estendono a tutti gli ambiti del design. Pubblicati su “La Gazette du Bon Ton” i bozzetti di Thayaht rappresentano una sintesi unica delle molteplici influenze culturali che confluiscono nella capitale francese negli anni Venti: dalle evocazioni esotiche dei balletti russi al cubismo e alle rivisitazioni dello stile classico, componenti proprie del cosiddetto “Stile 1925” o Déco.

    Lifestyle Storie di Tessuti e di Moda (11)

    Inaugurazione accompagnata dalle note swing anni 30 delle Officine Scaniconi.  La mostra temporanea rimane aperta al pubblico fino al 30 aprile 2016.

    Lifestyle Storie di Tessuti e di Moda (6) Lifestyle Storie di Tessuti e di Moda Lifestyle Storie di Tessuti e di Moda (9)

    Credits ph. 1-2-3 Museo del Tessuto

    Storie di Tessuti e di Moda anche su Tis Magazine

    a presto

    Lia

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *